Login
Unopiù - configurator Configuratore
Cart Cart
Catalogo
Store Locator

Diario di Bordo, storie e case di mare

Diario di Bordo, storie e case di mare

L’uomo ha sempre avuto una forte connessione con il mare. Siamo fatti d’acqua, e dall’acqua siamo attratti. L’acqua è vita e sostentamento: da sempre le comunità e poi le città si sono stabilite e formate vicino a fiumi o sulla costa, dove i porti favorivano i commerci rendendo le civiltà fiorenti. Ancora oggi è così, in riva al mare, accarezzate dalla brezza estiva, diverse per tipologia e stile, le case al mare si prestano alle più ardite invenzioni architettoniche. Incastonate in location uniche, hanno sempre messo alla prova la creatività di famosi architetti e se molti ora vivono in grandi città dell’entroterra, quel richiamo irresistibile non cessa: residenza o casa vacanza, vivere sul mare non è solo una scelta, ma a volte quasi una necessità.

Ma come si è evoluta l'architettura e lo stile legato alle residenze di mare?
Lo spazio oggi è il vero lusso, soprattutto se dilatabile secondo le esigenze. Semplice, proporzionato, essenziale. I tratti distintivi dei progetti si trovano nella dinamicità degli spazi scanditi dalle scenografie dei luoghi dove nascono. Il design mette l’accento su giochi di volumi continui, che scorrono uno dentro l’altro senza nette distinzioni tra interno ed esterno. Di grande rilievo l’attenzione ai linguaggi vernacolari, basati quindi sulle esigenze locali e di stile, alla disponibilità di materiali da costruzione e alle tradizioni locali, e all’heritage del territorio.
Elementi fondamentali per ridefinire un rapporto inclusivo con il paesaggio. L'architettura di mare diventa quindi attrice capace di esprimere i tratti distintivi di un luogo e narrarne la storia.

Ed è proprio una di queste storie che ti vogliamo raccontare. La storia di Villa Malaparte, tra mito e cinema.
Villa icona della architettura razionalista italiana pensata dallo stesso Curzio Malaparte scrittore, intellettuale, giornalista e poeta che per molti anni visse proprio in questa sua magnifica dimora arroccata sulle scogliere di Capri.
Vista dall'alto Villa Malaparte è un parallelepipedo color rosso che emerge dalla roccia aspra della montagna, tra le sfumature delle fronde degli alberi, più in basso della passeggiata del Pizzolungo. Sotto a strapiombo c'è soltanto il mare brillante, che cambia gradazione di blu vicino alla scogliera.

Difficile da raggiungere e purtroppo chiusa da tempo al pubblico, Villa Malaparte, "casa come me", come lui stesso amava definirla e l'aveva battezzata, è spigolosa, proprio come lo scrittore che ha sempre fatto parlare di sé. Forme minimaliste ed essenzialità negli arredi sia interni sia esterni, quasi ad esprimere il profondo senso religioso di cui era pervaso lo scrittore. È uno dei luoghi più affascinanti e misteriosi di Capri. Il fascino di questa villa colpì il regista Jean-Luc Godard che girò la seconda parte del suo film Il Disprezzo (tratto da un romanzo di Moravia) interamente tra le pareti della villa, con una bellissima Brigitte Bardot che si aggira tra le stanze della casa o che prende il sole sulla terrazza a strapiombo sul mare.

Villa_Malaparte_VITRUVIOVIRTUALMUSEUM

(Vitruviovirtualmuseum.com)

Ovviamente non c'è necessità di essere un’artista famoso per creare un ambiente perfetto nella propria casa al mare. Dall’Italia alle Baleari, dalle Hawaii a Miami al Sudamerica. Le più belle case al mare del mondo possono trovarsi ovunque, ma quel che conta per creare il proprio angolo di mondo perfetto è valorizzare quindi luogo, posizione e vista, sia nell’arredamento degli esterni, sia nell’arredamento degli interni, magari senza soluzione di continuità per garantire armonia in ogni spazio.

Ovunque ci si trovi nel mondo ci saranno materiali, colori e tradizioni a cui attingere e di cui tenere conto anche per l’arredamento. Pensate alle case in muratura bianchissima delle isole greche, alle tradizionali finca spagnole, alle masserie del sud Italia. In ogni caso per creare il vostro ambiente, lasciate che territorio, architettura e arredi si intersechino e dialoghino tra loro: avrete allora a disposizione un ambiente unico, tutto da vivere.

Villa_Malaparte_VITRUVIOVIRTUALMUSEUM

(Vitruviovirtualmuseum.com)

Mobili da esterno per vivere sul mare

Panorami mozzafiato, natura costiera ed energizzante aria salmastra fanno venire voglia di passare tempo all’aria aperta. In una casa al mare gli spazi esterni sono sicuramente i più ricercati e vissuti, siano essi grandi o piccoli. Quali sono i mobili da esterno che non devono mai mancare? Per scoprirlo immaginate la vostra giornata ideale: la mattina abbronzarsi sulle sdraio al fresco degli ombrelloni di un bel terrazzo affacciato sul mare, poi pranzare all’ombra di un gazebo e nel pomeriggio godersi una siesta, magari leggendo un libro sull’amaca immersa nella tipica natura costiera. Questa è un’immagine di quiete e bellezza che tutti vorremmo vivere!

Lasciati ispirare da questa gallery con mobili da esterno per l’arredamento della tua casa al mare: troverai ombrelloni, lettini, sdraio per unire comfort ed eleganza, senza dimenticare l’alta qualità dei materiali, che vanno sempre selezionati per garantire funzionalità e durevolezza, anche dopo anni di utilizzo ed esposizione agli agenti esterni tipici delle coste marittime come vento, sole e salsedine.

Collezioni Unopiù