Login
Unopiù - configurator Configuratore
Cart Cart
Catalogo
Store Locator

Case d'autore diventate icone di design

Case d'autore diventate icone di design

Architettura, design e lifestyle si intrecciano continuamente nel plasmare non solo i luoghi in cui abitiamo e spendiamo la maggior parte del tempo della nostra vita - quelli che chiamiamo casa - ma anche la cultura, la bellezza e l’idea di espressione estetica di ogni tempo.

Si può abitare in una casa piccola o grande, in città o al mare, e anche quando si passeggia per strada, alzando gli occhi e sbirciando per scorgere qualche dettaglio in una facciata altrui che ci ha attirato, riscopriamo dentro di noi un “designer nascosto” che non ptuò non cedere al richiamo di colori, texture, materiali, forme, concept. Alcuni architetti del passato e del presente con la loro esperienza, creatività e visione hanno costruito quelle che possiamo tranquillamente definire Case D’autore, diventate icone di design.

 

In questo articolo scopriamo 5 case d’autore che dialogano in equilibrio tra interni ed esterni,facendoci immaginare, fantasticando, di svegliarci la mattina, percorrerne le stanze e i corridoi e uscire in giardino o sul terrazzo con una tazza di caffè fumante, ammirando il paesaggio intorno a noi e perchè no, magari preparandoci a un tuffo in piscina.

 

Still bend di Franck lloyd Wright (Wisconsin, USA)

Frank Lloyd Wright è una leggenda dell’architettura, maestro del Movimento Moderno e tra gli architetti più influenti del ventesimo secolo. I suoi progetti sono immediatamente riconoscibili per la semplicità e la fluidità delle linee e la perfetta comunione con il paesaggio, suo marchio di fabbrica. .“Still Bend” nasce da un’iniziativa di Life Magazine che nel 1938 invitò i migliori architetti del mondo a progettare una “casa dei sogni”, pensata per una tipica famiglia americana. Un uomo d’affari, Bernhard Schwartz, si innamora del progetto inviato Wright e lo chiama per far diventare realtà (in Wisconsin) questa dimora concepita come “Club privato”, un luogo di comfort e stile caratterizzato dal rivestimento in mattoni rossi e dal legno di cipresso, dalle ampie finestre e dal balcone panoramico. Tra l’altro questa incredibile dimora, come altre progettate su Franck Lloyd Wright, è disponibile da affittare per chiunque lo desideri, anche su Air B’n’b.

Still bend di Franck lloyd Wright

 

 Villa Savoye di Le Corbusier (Poissy, FRANCIA)

Villa Savoye è una residenza privata situata a Poissy nella banlieue parigina, progettata dall'architetto svizzero Le Corbusier, maestro dell'architettura razionalista, e da Pierre Jeanneret. È stata costruita tra il 1928 e il 1931 su commissione di Pierre Savoye e sua moglie. È considerata uno dei grandi capolavori di Le Corbusier, che ebbe carta libera dai committenti e progettò una dimora caratterizzata dall’uso di sottili colonne per sollevare l’edificio dal suolo, da una pianta libera e funzionalmente flessibile, da una struttura che libera anche le facciate dalla funzione strutturale e dall’aggiunta di un tetto piano a terrazza da usare come giardino, solarium o semplicemente come “soggiorno all’aperto” durante la bella stagione. Completano l’esterno le finestre orizzontali a nastro che donano agli ambienti una maggiore quantità di luce naturale.

Curiosità: l’automobile ebbe un ruolo importante nel progetto, influenzando l’edificio: una larga porzione del piano terra venne infatti riservata ad un garage per tre vetture, oltre ad piccolo monolocale per l’autista. In un lettera del 1928 l’architetto scrive a Madame Savoye che: “è il raggio minimo di sterzata dell’automobile che definisce le dimensioni della casa”.

Le Courbusiere

 

Casa das Canoas - Oscar Niemeyer (São Conrado, Rio de Janeiro, BRASILE)

Oggi sede della fondazione Niemeyer, Casas das Canoas è stata progettata da Niemeyer nel 1951 come residenza per sé e la sua famiglia. È considerato uno degli esempi più significativi dell'architettura moderna brasiliana. Si trova a ridosso di una collina che si affaccia sulla baia di Rio de Janeiro nella foresta di Tijuca. La villa è caratterizzata dalle linee sinuose del tetto e dalle forme concave degli altri elementi architettonici, quasi tutti realizzati in cemento armato, tranne la facciata di vetro, che regalano un effetto di fusione armonica tra ambienti interni ed esterni,grazie anche all’aver ideato i contorni dell’abitazione adattandola alle irregolarità del terreno, consentendo alla vegetazione di penetrarvi.

Casa das Canoas - Oscar Niemeyer (São Conrado, Rio de Janeiro, BRASILE)

 

The Elrod House - John Lautner (Palm Springs California, USA)

The Elrod House è una residenza a Palm Springs, in California, progettata dall'architetto americano John Lautner e costruita nel 1968. Se siete fan di James Bond forse l’avete riconosciuta: con la cupola conica di 20 metri e la piscina a sfioro, era il set dello scontro tra Sean Connery e il cattivo Willard Whyte nel film del 1971 Agente 007 – Una cascata di diamanti. Elrod House è considerato uno dei migliori esempi di architettura organica, con la sua zona living che, circondata da pareti di vetro curvo retrattile, si apre su una vista panoramica mozzafiato sulla Coachella Valley. È decisamente una delle case più significative di tutto il mondo, ai confini tra arte e architettura.

The Elrod House

 

Casa Monterrey – Tadao Ando (Monterrey, MESSICO)

Casa Monterrey è stata progettata dal maestro giapponese Tadao Ando a ovest di Monterrey, nel paesaggio roccioso del Parco Nazionale di Cumbres de Monterrey, in Messico. Si tratta di un edificio di cemento puro a tre piani che emerge dal versante alberato di una collina e comunica una complessa semplicità nelle forme e nei materiali. La struttura ruota attorno a una biblioteca che si estende attraverso il centro e con le sue vetrate, si affaccia su una coppia di piscine triangolari. Un’altra piscina si estende dal lato della collina verso l’orizzonte, impreziosendo ulteriormente il design della casa.

Casa Monterrey - Tadao Ando



Vi siete fatti ispirare da queste cinque magnifiche case d’autore, firmate da architetti famosi? In tutti questi casi anche gli arredi, oltre alla struttura, sono pensati nei minimi dettagli per vivere al meglio sia gli spazi interni sia gli spazi esterni. Perché allora non farlo anche a casa propria, progettando gli spazi con mobili di alta qualità che parlano di eccellenza, cura, attenzione e ricercatezza? Il modo migliore per iniziare, è proprio quello di lasciarsi ispirare.

Unopiù Collections